Cerchi qualcosa?

Merano Wine Festival 2015

Novembre ed è Merano:

80€. per un appassionato di vino possono rappresentare una spesa cospicua, specie se si è abituati a presenziare a manifestazioni di secondo piano con invito alla mano recapitato da agenti che vedono in voi un mero interesse commerciale.

Merano, anzi il Merano Wine Festival, è una  di quelle situazioni che trascende da tutto ciò! Eleganza, sfarzo, sorrisi, ambienti ariosi e distesi garantiscono una delle migliori situazioni nelle quali degustare vino.

Giunto alla sua 23° edizione è salito di livello nel corso degli anni garantendo altissima qualità sia in ambito enologico che gastronomico.

L’evento si terrà il 7-8-9 novembre e come sempre sarà suddiviso in più parti.

Al piano terra, nella “Gourmet Arena“, è possibile trovare ogni sfizio gastronomico del Belpaese e non solo.

Salumi, torroni, erbe aromatiche, cioccolate e tanti altri prodotti danno vita ad un coloratissimo “dedalo del buongusto”. In fondo allo stesso è possibile ammirare, degustandone i piatti, gli chef che più si sono contraddistinti nelle loro attività.

In questo contesto posso asserire d’aver partecipato alla degustazione di veri capolavori!

I 2 piani superiori del Kurhaus sono interamente dedicati ai vini e ai loro produttori.

Un’ineccepibile selezione curata dall’ottimo Helmut Kocher segue la linea ben precisa della qualità susseguendosi con cadenza annuale. Sono ben poche le etichette ammesse a rinnovare la lista dei partecipanti.

Nella ventura edizione 2015 del MWF è stata ammessa con merito un’etichetta a me molto cara.

Il Costone” della Cantina Braschi di Mercato Saraceno.

Una realtà che ho avuto modo di conoscere di persona poco tempo fa. Questo Sangiovese Riserva della zona di Bertinoro regala un autentico feedback del territorio nel quale nasce e dimora.

La Cantina Braschi, con la regia di Davide Castagnoli e Vincenzo Vernocchi, sta compiendo l’importante sforzo nel produrre vini derivanti da un singolo vigneto (in Francia li chiamerebbero “cru”) con il fine di esaltare le particolarità di ogni singolo vitigno in relazione al proprio ambiente pedoclimatico.

Sarò ben lieto di ritrovarlo al MWF.

Le cantine presenti ricoprono tutto lo stivale ramificandosi anche nei Paesi esteri.

Nelle edizioni precedenti l’attrattiva maggiore derivava dalle “Vecchie Annate” una particolare bottiglia stappata in precisi orari di annate datate e gloriose. Spero che anche quest’anno si ripeta il piacevole evento!

Ora vi regalo qualche scatto delle 3 precedenti edizioni alle quali ho partecipato con la speranza che possano essere di vostro gradimento!

Un Traminer del 1983, Mosella

Un Traminer del 1983, Mosella

Alsaziani classe '85!!

Alsaziani classe ’85!!

IMG_3064

Luce e Lucente..la Toscana che illumina!

IMG_4972

La voce grossa della provincia aretina!

IMG_4948

Eh, Tenuta di Trinoro, una delle scoperte più belle!

IMG_1514


Lascia un commento